Articoli pubblicati nella Sezione: Laboratorio dell’immaginario

La fotografia e il terzo occhio

Un “cittadino” che si fosse trovato a Parigi durante l’Estate del 1789 non avrebbe certo immaginato che esattamente mezzo secolo dopo, nella stessa città, avrebbe avuto luogo un’altra “Rivoluzione”, più tranquilla, ma ciononostante non meno profonda, per l’Umanità. Non credo troppo alle coincidenze: il pensiero illuminista, giunto a fondare un Nuovo Mondo, con gli eventi dell’89, aveva bisogno di crearne la nuova cultura. Come nel Rinascimento, una nuova invenzione, la stampa a caratteri mobili dei Gütemberg, aveva rivoluzionato la cultura … Continua la lettura di La fotografia e il terzo occhio

Il linguaggio fotografico come metalinguaggio

Il ‘linguaggio’ fotografico, come ogni linguaggio, possiamo dire seguendo Gilbert Durand, è sempre anche un metalinguaggio, che non rientra negli schemi della logica binaria, ma in quelli della logica trivalente. Non si tratta cioè di un sistema telegrafico di comunicazione univoca tra emittente e ricevente ma si incentra sul fenomeno della lettura e dell’interpretazione del messaggio e implica dunque una epistemologia aperta, dinamica, un flusso energetico trasformante e soprattutto il postulato della profondità. Il postulato della profondità implica una lettura … Continua la lettura di Il linguaggio fotografico come metalinguaggio

L’immagine e la fotografia Linguaggio analogico e digitale a confronto

 L’immagine è senza dubbio la forma di comunicazione più immediata, espressione libera di un soggetto, prodotta dalla mano dell’autore, con qualunque mezzo: un pezzo di carbone, una matita, dei colori ecc. Straordinaria è la sua ‘’immediatezza nel descrivere” e la potenza evocativa. La scrittura è già un’elaborazione e un’astrazione dell’immagine e anche la parola necessita di un’interpretazione. Di fronte ad un’immagine nessuno rimane indifferente: qualcosa turba o “disturba”. Tutte le religioni, le culture, i poteri, comprendendone il pericolo, hanno esercitato … Continua la lettura di L’immagine e la fotografia Linguaggio analogico e digitale a confronto

Cyclical Time: Abstractions from Altemps Palace

Il tempo può essere ciclicamente eterno, nel silenzio delle parole, come raccontato da Eliot. Le silenziose statue di Palazzo Altemps (Roma) sembrano ricordarcelo. di Lorenzo Marzocca   Traduzione del testo (estratto da “Quattro Quartetti – Burnt Norton” di T.S.Eliot): Tempo presente e tempo passato  sono forse entrambi presenti nel tempo futuro  e il tempo futuro è contenuto nel tempo passato.  Se tutto il tempo è eternamente presente  tutto il tempo è irredimibile.  Ciò che avrebbe potuto essere è astrazione  che … Continua la lettura di Cyclical Time: Abstractions from Altemps Palace

Anima Mundi – English edition An introduction to transdisciplinarity

  “Anima Mundi” by Lorenzo Marzocca. The Italian edition of this video has been awarded with the “Best Video Filmagogia 2015” prize as part of the of the 72th International Film Festival of Venice 2015. Now is the time to unleash the creative capacity of our intuitive intelligence, over-looking the specific and the particular. Let us raise the imagination beyond the stuffy rooms of a single disciplinary vision. Finding, ultimately, the ability to integrate and to process thoughts in a … Continua la lettura di Anima Mundi – English edition An introduction to transdisciplinarity

Anima Mundi Un'introduzione alla transdisciplinarità

  Anima Mundi – di Lorenzo Marzocca Questo video è stato premiato nell’ambito della 72esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, come “Miglior Video” per il concorso Filmagogia 2015, con Menzione Speciale della Giuria. Liberare la capacità creativa della nostra intelligenza, alzare lo sguardo sopra il particolare, lasciare che l’immaginazione ci sollevi oltre le soffocanti stanze delle singole materie, per ritrovare le capacità di integrazione e trasformazione proprie della dimensione umana. Questo è l’approccio transdisciplinare: ricomporre i differenti saperi in … Continua la lettura di Anima Mundi Un’introduzione alla transdisciplinarità

Mortali immortali… Immagini dall'antico di Lorenzo Scaramella

  Lorenzo Scaramella fotografa statue, statue di dei, di angeli, di poeti e di figure emblematiche. Guardando queste fotografie ci può capitare di sentirci come gli uomini di cui parla Platone da sempre incatenati nella caverna che hanno conosciuto come unica realtà le ombre proiettate sulla parete e che improvvisamente liberati sono colti dallo stupore di un’altra realtà. Il miracolo operato dalla fotografia di Lorenzo Scaramella, vera “scrittura di luce”, rompe la barriera tra materia ed essenza e consente un’apertura … Continua la lettura di Mortali immortali… Immagini dall’antico di Lorenzo Scaramella

Zoocratie La tyrannie des bêtes

Personale di Sylvia Mair Galleria delle Battaglie Brescia, dal 20 maggio al 24 giugno 2006 Nel mito e nella fiaba il mondo reale viene assunto come alfabeto delle energie psichiche (animali) che convivono con il lato più strettamente umano dell’individuo, in sé positive ma che possono ostacolare la sua libertà se prendono il sopravvento, per es. come ricerca di piacere, soddisfazione o potere fini a sé stessi. L’animale mitologico o fiabesco è un “luogotenente” di energie e di pulsioni egoiche e/o … Continua la lettura di Zoocratie La tyrannie des bêtes